U15 elite recupero IX giornata

Pall.2015 FO – Virtus Spes Vis 50-49

Parziali 8-19/23-28/36-40

Virtus Spes Vis: Fusella 18, Militerno 6, Fiaschetti 2, Benedetti, Savino 2, Nanni 14, Fabbri 2, Gnudi 3, Curti 2, Lanzoni, Silvestre, Tartarini. All. Zotti Vice Brusa

Non bastano 39’44” col muso avanti alla Zotti-band per espugnare il campo della Pall.2015 Forlì, vincitrice del campionato regionale lo scorso anno. Una bomba del pivot locale ha operato il beffardo sorpasso e fissato il risultato finale mortificando gli sforzi imolesi. L’inizio giallonero era stato formidabile: attacco efficace, difesa ermetica, palle rubate e contropiedi la ricetta che porta la Virtus avanti 1-10 e a chiudere il primo quarto sul massimo vantaggio (8-19). Nel secondo parziale Forlì prende le misure agli imolesi che iniziano a faticare terribilmente in avanti. Anche i locali però non brillano al tiro e la Virtus resta avanti (18-28) prima di un pericoloso riavvicinamento a metà gara (23-28). Si riparte con i gialloneri a tentare un nuovo allungo (23-32) ma ora l’uso sistematico dei blocchi da parte della Pall.2015 mette in difficoltà i nostri, che concedono un nuovo riavvicinamento in chiusura di terzo quarto (36-40). Forlì arriva fino a meno 2, poi la Virtus ha un guizzo che si spera decisivo a 4’ dalla fine (39-46). Arrivano invece un paio di sanguinose palle perse, anche piuttosto ingenuamente, Forlì si esalta e va a impattare sul 47 pari. Finale al cardiopalma con Imola che reagisce, conquista canestro e fallo ma non concretizza il tiro libero, così Forlì ha l’ultima azione e va per la bomba per la vittoria. La sbaglierebbe pure, ma il rimbalzo offensivo è ancora dei locali che al secondo tentativo fanno centro. Ci sono 16” per l’ultima azione ma il body language dei nostri non promette nulla di buono e infatti il tiro del controsorpasso viene smorzato e si spegne lontano dal ferro. Fallo immediato e 0/2 di Forlì in lunetta, ma ci sono solo 3” e il lancio dell’Ave Maria non incontra le preghiere natalizie del pubblico di parte imolese. Peccato, i ragazzi si meritavano di portarla a casa. Il dato probabilmente meno giustificabile sono le 20 palle perse contro una squadra che aspettava i nostri nella propria metà campo senza pressare. Nell’amarezza, una prova che conferma il valore di questo gruppo che si continua a battere alla pari con le formazioni più prestigiose della regione. Ora la pausa natalizia che porterà nell’anno nuovo a 3 sfide da far tremare i polsi: in successione infatti si affronteranno le prime 3 del campionato (nell’ordine Granarolo, Faenza e Argenta). La Zotti-band se l’è giocata (vincendone pure una) con tutte all’andata e siamo certi che la voglia di fargliela sudare non mancherà neppure nell’anno nuovo. Forza ragazzi, da certe sconfitte si impara più che dalle vittorie.