LUCI E OMBRE

Virtus Spes Vis – AICS Forlì 56-41

Parziali 18-12/31-24/44-31

Virtus Spes Vis: Fusella 23, Militerno 7, Fiaschetti 6, Benedetti, Savino 2, Nanni 13, Fabbri 3, Gnudi, Sangiorgi 2, Curti, Lanzoni, Amoruso. All. Zotti Vice Brusa

Conquista la decima vittoria in campionato la Zotti-band (davvero un bel traguardo) piegando la resistenza dell’Aics Forlì. Si è trattato di una gara spigolosa e dura, come tutte quelle coi forlivesi, ma stavolta la differenza tra i potenziali delle 2 formazioni è parsa più netta e solo una serata non proprio memorabile dei gialloneri ha complicato la gara. Si inizia e Imola chiude come sua abitudine il proprio canestro agli avversari (a oggi la Virtus ha il minor numero di punti subiti, dato semplicemente incredibile per una squadra al 6° posto su 10). In attacco l’inizio non sarebbe nemmeno malvagio, se non ci fossero da subito alcune palle perse davvero evitabili. Per fortuna gli ospiti spesso ricambiano il favore e alla fine si conterà un totale di 64 palle perse tra le 2 squadre, indice chiarissimo di caoticità e poca lucidità di entrambe. Comunque la Virtus mette il naso avanti (15-8), ma a inizio secondo quarto l’attacco si inceppa e arriva il pareggio (22-22). Per fortuna l’Aics invece di sfruttare l’inerzia continua a regalare palloni e si arriva alla pausa lunga con un vantaggio non rassicurante ma confortante (31-24). Sul 35-27 un secondo tecnico per proteste e conseguente espulsione allontana uno dei giocatori ospiti più talentuosi. A margine dell’episodio, se è vero che Forlì ha qualche ragione di lamentarsi va comunque ribadito che la gara, molto fisica e con diversi contatti al limite, era molto difficile da arbitrare e la coppia in grigio ha fatto certamente meglio di altri fischietti visti quest’anno. Comunque l’episodio non può non influire e infatti la Zotti-band allunga in chiusura di terzo quarto col massimo vantaggio (44-31). L’inizio di ultimo quarto è, per usare un termine tecnico, da sberle. Imola si mangia l’impossibile da sotto, segna UN punto nei primi 5 minuti e Forlì, quasi senza volerlo, si riavvicina pericolosamente (45-39). Per fortuna gli ospiti continuano a perdere palloni e a tirare malino, liberi compresi, e i gialloneri piazzano le 2-3 giocate che chiudono la contesa. Ora un finale di prima fase con 2 gare succose. Prima la trasferta con la Futurvirtus e poi la chiusura al Ruggi con la Pall.2015 Forlì. Specie la prima gara appare davvero proibitiva, ma all’andata i nostri ragazzi impegnarono duramente i blasonati avversari e siamo certi tenteranno di ripetersi.