La Virtus piazza il colpo dell’estate 2018: è ufficiale la firma di Alex Percan.

Da una Croazia in piena festa per le gesta calcistiche ai Mondiali, arriva finalmente l’ufficialità della firma del tiratore proveniente dalla Salus Bologna. Nato a Pula (HR), Alex fin da ragazzo mostra le proprie caratteristiche e viene selezionato dalla Nazionale Croata Under 16 con cui partecipa al Campionato Europeo in Italia e dalla Nazionale Croata Under 18 con cui gareggia nel Campionato Europeo in Lituania.    

L’inizio della sua carriera è in Italia nelle giovanili dell’Edilizia Moderna Rimini (dal 2009 al 2011). Quindi un passaggio in Austria con la squadra Under 22 dell’Arkadia Traiskirchen. Poi un biennio a casa, alla KK Stoja Pula, in serie A2 Croata. Poi il passaggio in Serie C alla Salus Bologna (4 anni, con breve parentesi ad Ostuni ed in Francia la scorsa stagione).

Quindi l’interessamento del DS Carlo Marchi e la firma sul contratto per la Virtus Imola per la stagione 2018/2019.

Nella passata stagione alla Salus Bologna, solo 17 partite disputate, playoff compresi, per Percan che si è comunque distinto per le ben 12 gare in cui ha realizzato oltre i 15 punti.  Record personale 2017/2018 i 25 punti nella vittoria 103-102 sul Bologna Basket. Per lui 16,1 punti di media a partita.

Classe 1992, guardia e ala piccola di 195 cm, fortissimo tiratore dalle percentuali importanti, Alex è certamente un crack per la categoria.

Euforico coach Davide Tassinari: “Percan lo conosco dai tempi di Santarcangelo, quando lui era a Rimini. Guardia completa, ottimo acquisto, quello di cui la squadra aveva bisogno dopo le recenti partenze”.

 

 

Alex Percan, il grande colpo estivo della Virtus Imola. Il ds Carlo Marchi e lo staff tecnico ti hanno corteggiato ed alla fine è arrivata la firma. Sei soddisfatto?

“Sono davvero estremamente felice e orgoglioso di entrare nella famiglia Virtus. Grazie a tutta la dirigenza Virtus che mi ha scelto. Non vedo l’ora che la nuova stagione cominci”.

Dopo tanti anni (4 per la precisione) alla Salus Bologna, hai trovato la forza per uscire dalla tua comfort zone per affrontare un’avventura importante ad Imola:

“Prima di tutto vorrei ringraziare la Salus Bologna dove ho passato quattro anni bellissimi e dove sono cresciuto sia come persona che come giocatore. Gli sarò sempre grato per avermi dato questa opportunità.

Parlando con mia moglie abbiamo deciso assieme di venire a Imola e cominciare un percorso nuovo. Ho parlato con tante persone prima di firmare e tutti mi hanno parlato benissimo della città, della società e dei tifosi. Non ho avuto nessun dubbio: ho fatto una scelta positiva”.

A 26 anni, quali sono i tuoi obiettivi principali per la prossima stagione?

“Obiettivo principale: vincere più possibile e divertirmi con la squadra. Sarà importante che si crei un buon clima nella squadra e che ci siano obiettivi chiari su cosa vogliamo fare. Poi dovremo lavorare assieme per raggiungere i nostri obiettivi”.

Quali credi siano i tuoi punti di forza e quali quelli da migliorare?

“Lavoro sodo ogni giorno in palestra per migliorare in tanti aspetti di gioco. Sto cercando di diventare un giocatore completo, dando sempre il massimo sia in difesa che in attacco. Sono molto motivato e determinato con tanta voglia di vincere in ogni partita e, con la mentalità che ho, sono certo che anche i miei compagni mi seguiranno”.

Essendo un assiduo frequentatore della Serie C emiliano romagnola, i tuoi nuovi compagni li conoscerai già molto bene. Con Nucci, poi, tornerai a formare una coppia esaltante al tiro. Cosa ne pensi del roster attuale?

“Ho giocato tante volte negli ultimi anni contro tutti giocatori che saranno i miei compagni di squadra quest’anno e secondo me sarà un mix di giocatori esperti e giovani con cui possiamo puntare, con la qualità che abbiamo, di arrivare più in alto possibile. Sicuramente sarà molto importante arrivare alla fine della stagione tutti al completo. Vorrei augurare a Daniele Casadei di tornare sul campo prima possibile: abbiamo bisogno di lui e sono molto felice che saremo compagni di squadra”.

Nella scorsa stagione, però, non hai mai incontrato la Virtus Imola:

“Ho giocato la prima parte della stagione in Francia e quando sono tornato a Bologna non ho giocato contro Imola. So che tutte e due le volte Imola ha battuto la Salus, ma mi ricordo benissimo anche negli anni passati che la Salus ha vinto diverse volte anche contro Imola che è sempre stata la favorita”.

Come saprai, il pubblico ed i tifosi gialloneri sono e saranno tra i più caldi dell’intero campionato. Cosa prometti loro?

“Negli anni passati ho ricevuto tanti messaggi privati dai tifosi Virtus con cui mi chiedevano dove sarei andato a giocare l’anno successivo. Finalmente gli posso rispondere che è venuto il tempo giusto per me di giocare a Imola. Gli posso promettere che darò sempre il massimo ogni giorno, in ogni allenamento, in ogni partita e che tutti assieme proveremo a vincere più partite possibile ed arrivare in cima. So benissimo quanto sono caldi e non vedo l’ora di sentirli sugli spalti. Avremo bisogno di loro in ogni partita e spero che quest’anno ci divertiremo tantissimo assieme”.